Project Description

Schätze des jüdischen ghettos in Venedig restauriert von Venetian Heritage / Treasures of the Jewish Ghetto of Venice restored by Venetian Heritage

Belvedere Museum, Vienna 2014

Catalogo della mostra dedicata agli oggetti ebraici veneziani, restaurati da Venetian Heritage con il sostegno di Vhernier ed esposti al Museo del Belvedere di Vienna.

Nel 2016 il Ghetto Ebraico di Venezia ha celebrato il suo cinquecentesimo anniversario. Venezia fu per secoli un punto d’incrocio per la cultura ebraica e il Ghetto era composto da una comunità  prosperosa e internazionale. Con un decreto del 29 marzo 1516 il Senato della Serenissima Repubblica di Venezia concedeva agli ebrei un’area circoscritta della città: nasceva in tal modo il primo e più antico ghetto d’Italia. Da quel 1516 e fino al 1797, per circa tre secoli, ebbe luogo una convivenza di diverse entità etniche confluite in laguna (tedeschi, italiani, levantini e ponentini) nella più tollerante città d’Europa.
Oggi il Ghetto, l’unico che mantenga intatta la sua fisionomia di calli e campielli, con le sue cinque splendide sinagoghe e il suo museo, sa ancora raccontare le memorie di una comunità che ha vissuto per secoli sulle isole della laguna, apportando spesso un alto contributo alla lunga storia della città di Venezia.

Settembre 1943: due anziani signori veneziani di religione ebraica, responsabili del servizio religioso della Sinagoga Spagnola e di quella Levantina, nascosero una selezione di preziosi oggetti liturgici in un luogo segreto, prima dell’arrivo dei nazisti in città… Quei due uomini non fecero più ritorno dai campi di stermino.
Gli oggetti comprendevano corone d’argento, teche lignee, oggetti vari e i tradizionali decori in argento che adornavano i rotoli della legge ebraica: la Torah. Gli oggetti del tesoro rimasero celati e dimenticati fino a qualche anno fa, quando per puro caso, durante il restauro della Sinagoga Spagnola, furono ritrovati dopo anni di oblio. Gli oggetti liturgici restaurati e presentati nella mostra di cui questo catalogo è testimonianza, furono creati da artigiani veneziani nel XVIII e XIX secolo e fanno parte di un patrimonio che evidenzia come la civiltà veneziana diventò esemplare in Europa grazie alla sua multietnicità e multiculturalità.

Il catalogo è stato scritto congiuntamente in tedesco, italiano ed inglese.

Dettagli sulla consultazione