Project Description

Venezia, Museo di Palazzo Grimani

Mostra promossa da
Venetian Heritage

REVIXIT Un capolavoro intagliato di Giuseppe Torretti restaurato da Venetian Heritage

Il Crocifisso di San Moisè esposto rappresenta uno dei capolavori lignei di Giuseppe Torretti (1664-1743), scultore e intagliatore «ingegnosissimo», tra i più rinomati artisti del Settecento veneziano, autore prediletto dei nobili Manin e fondatore di una bottega in cui, dopo la sua morte, transitò anche il giovanissimo Canova.

Scolpita in legno di cirmolo nel 1711 circa, l’opera, usata come asta processionale, colpiva e colpisce sia per l’immagine sofferente di Cristo, raffigurato vivo ma pervaso dai dolori e spasmi dell’agonia, sia per la croce su chi è issato. Composta di lamine di tartaruga, inserti di madreperla e bronzi dorati, essa si impone come prezioso lavoro di «singolare arteficio», esempio di altissima qualità dell’artigianato veneziano dell’epoca.

Finito ‘a mollo’ a seguito all’Acqua Granda del novembre 2019, l’intervento di restauro ha consolidato la struttura complessiva dell’opera, reintegrando le varie lacune.

Il restauro del Crocifisso è stato possibile grazie alla campagna di raccolta fondi #supportvenice lanciata da Venetian Heritage all’indomani dell’Acqua Granda cha ha colpito Venezia il 12 novembre 2019. L’organizzazione della mostra e la pubblicazione del catalogo sono stati finanziati da Venetian Heritage grazie alla generosa donazione di Paula Cussi, membro dell’International Committee di Venetian Heritage Inc.